mercoledì 20 febbraio 2008

Aggiornamento americano.

Dai tempi ormai remoti del SuperTuesday del 5 febbraio ad oggi, Barack Obama si è aggiudicato tutti gli Stati in cui si è votato. Per la precisione, il senatore dell'Illinois ha inanellato 10 vittorie consecutive. Le ultime, in ordine di tempo, sono quelle confermate negli scorsi minuti in Wisconsin e alle Hawaii (Stato di nascita di Obama). Così, l'onda del cambiamento ha travolto anche Stati in cui la base elettorale avrebbe dovuto favorire la rivale Clinton. Nulla, però, è ancora deciso; il distacco fra i due è solamente di 72 delegati ed il prossimo 4 marzo (giorno in cui si voterà, tra gli altri, in Texas e Ohio) potrà completamente stravolgerlo e vanificarlo.
Tra i repubblicani, McCain ha battuto il superstite Huckabee sia in Wisconsin che nello Stato di Washington: ormai i delegati che mancano al reduce del Vietnam per conquistare la candidatura sono solamente 220 (numero magico 1191).


Dati aggiornati al 25 febbraio (dati CNN):

DEMOCRATICI (numero magico 2025)
Barack Obama: 1327 delegati;
Hillary Clinton: 1255 delegati

REPUBBLICANI (numero magico 1191)
John McCain: 971 delegati
Mike Huckabee: 233 delegati

4 commenti:

rudyguevara ha detto...

spero che vinca un democratico,ma soprattutto che faccia marcia indietro,chiunque sia il futuro presidente,sulla politica distrutiva attuata da bush!se lo merita l'america,e anche il resto del mondo!

Franca ha detto...

Ci penseranno i superdelegati a risistemare la faccenda...

Cris ha detto...

sinceramente credo che ci siano imbrogli anche li!!!!ormai non credo piu neanche al sistema americano!!!la storia ci deve ricordare.ciao

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io spero che sia lui il candidato Democratico. Spero davvero che non si deluda ancora chi vuole un cambiamento vero.