martedì 19 febbraio 2008

Fidel Castro lascia Cuba.

«Comunico che non cercherò né accetterò - ripeto - non cercherò né accetterò, l’incarico di Presidente del Consiglio di Stato e Comandante in capo». Queste le parole che hanno posto la parola fine alla lunga parabola rivoluzionaria dell'ormai ex lìder maximo Fidel Castro, durata ben 49 anni (Precisamente dal 1° gennaio 1959, quando la rivoluzione rovesciò il dittatore Fulgencio Batista). La dichiarazione è stata riportata dal sito del quotidiano cubano Granma (che prende il nome dall'imbarcazione con cui i guerriglieri affrontarono la rivoluzione), l'organo ufficiale del partito comunista cubano. E così non sarà lui ad essere (ri)eletto nel corso dell'Assemblea Nazionale che si terrà il prossimo 24 febbraio. Probabile successore, il fratello Raùl.
Finisce un'epoca: a voi, per ora, i commenti.

10 commenti:

BC. Bruno Carioli ha detto...

Nonostante tutto da Fidel un gesto esemplare.
I nostri vecchi non se vanno mai. ;-)

suburbia ha detto...

Ottimo il commento che mi precede....
ciao

rudyguevara ha detto...

ANCHE IO HO SCRITTO UN POST SULL'ARGOMENTO.IL MIO COMMENTO X ORA E':SPERIAMO CHE CUBA NN CADA NELLA TRAPPOLA DEGLI USA E CHE NN RIDIVENTI UNA SUA SUCCURSALE!SPERO CHE IL POPOLO CUBANO SAPPIA CREARSI UNA SUA DEMOCRAZIA,MA DA SOLO,SENZA IMPOSIZIONI DI NESSUN GENERE!QUANDO I TEMPI SARANNO MATURI,SONO CERTA CHE SUCCEDERA'!HASTA LA VICTORIA,SIEMPRE!

Lele ha detto...

I primi due commenti trovano il mio appoggio....!Per quanto riguarda la situazione cubana,se il successore sarà suo fratello,la situazione cambierebbe di molto...???
Un saluto...!

Franca ha detto...

Credo che tu abbia letto il mio commento da Rudyguevara. Comunque lo riporto:
Per giudicare Castro la storia avrebbe dovuto essere diversa.
Oggi non possiamo sapere come sarebbe stata la storia di Cuba se non ci fossero stati 45 anni d'embargo.
Cuba è un popolo che si ritiene in guerra da quando è nato.
Credo che tutti sappiano quante volte l'America abbia tentato di comprare l'isola (comprare, proprio coi soldi) e dato che non ci è riuscita ha tentato di prendersela in altri modi, magari con governatori fantoccio come avvenuto per decenni in altri paesi sudamericani.
Cuba si sta difendendo e quando si è in guerra, purtroppo, non tutto è come si vorrebbe che sia.
Ma come ha detto Castro stesso: "Sarà la storia che mi giudicherà"
Qual'è la democrazia che invoca Bush? Quella che esporta con le bombe o coi colpi di stato organizzati dalla CIA?

rudyguevara ha detto...

brava franca!

tommi ha detto...

bè, anche io non reputo meno gravi gli atti compiuti dal governo americano negli ultimi 50 anni nei confronti dell'isola caraibica rispetto a quelli commessi da castro al proprio interno (nonostante questi siano stati bilanciati da atti lodevoli e da imitare). da kennedy a bush, castro ha resistito ad ogni tipo di sovversione.

rudyguevara ha detto...

tommy,ho fatto un post sul che!passa quando vuoi,e aspetto il tuo,mi raccomando!

Zampe ha detto...

Si vede che dopo 50 anni di feroce dittatura i soliti nostalgici della rivoluzione castrista sono ancora tutti li. Con la magliettina di che guevara a gridara viva il popolo. Questo pazzo e sanguinario dittatore ha fatto più prigionieri politici del Duce (non facciamo due pesi due misure). Ha affamato il suo popolo per 50 anni. Ha consegnato Cuba nelle mani dei sovietici per interessi puramente personali (conservazione del potere). Adesso ad un passo dalla morte (Dio lo giudicherà non la storia) passa il testimone al fratello omosessuale ultrasettantenne e voi commentate " che bel gesto esemplare!".
Secondo me siete veramente rimasti indietro di mezzo secolo. Un consiglio: andate a Miami e chiedete agli esuli cubani cosa ne pensano della politica barbarica di Fidel.
Speriamo soltanto che per il bene dell'isola crepi in fretta anche il fratello.
Io veramente rimango senza parole...

Anonimo ha detto...

http://PIPPEN84.SPACES.LIVE.COM

http://WWW.MYSPACE.COM/PIPPEN84

http://PIPPEN84MEANA.MYBLOG.IT

http://NOISIAMOSARDI.BLOG.DADA.NET

http://WWW.YOUTUBE.COM/PIPPEN84

http://IT.SONORIKA.COM/PIPPEN84

http://WWW.DJSUONERIE.IT/CONTAREF/REF.ASP?REF=PIPPEN84