martedì 17 giugno 2008

Radiohead, sempre oltre.


Dopo aver costretto i giornalisti francesi a raggiungere il luogo del loro concerto in bicicletta e dopo aver rifiutato una ricca ospitata in un programma tv americano (per evitare inutili emissioni di CO2), i Radiohead, finalmente, sbarcano in Italia.

Oggi e domani (17-18 giugno 2008), infatti, si terranno presso l'Arena Civica di Milano (all'interno del Parco Sempione) le uniche date italiane della band di Oxford. Entrambe Sold Out. Vista l'alta affluenza, ai Radiohead era stato anche proposto di spostare l'evento allo stadio San Siro ma Thom York e soci hanno declinato l'offerta.
Perchè?
Sul sito di Indipendente, si legge che "l'anno scorso la band ha commissionato all'agenzia Best Foot Forward uno studio per calcolare l'impatto di emissioni di due loro tour americani del 2003. Il report dimostrava che il maggior impatto sulle emissioni di CO2 proveniva dai fans che si spostavano per raggiungere gli shows, un fatto che adesso è ampiamente riconosciuto".
Dunque, tramite studi mirati, i Radiohead hanno trovato nell'Arena il miglior luogo per far raggiungere comodamente ai propri spettatori il luogo dell'evento. Infatti nelle sue prossimità sono presenti diverse fermate di tram, bus e metro.
Sempre dal sito dell'organizzatore del concerto si legge che sul sito dei Radiohead si trova una nuova sezione che offre informazioni di trasporto ai luoghi dove si tengono i concerti. I fans potranno pianificare i loro spostamenti servendosi di una calcolatrice online che mostra le emissioni di CO2 prodotte dai diversi mezzi di trasporto.
Inoltre, "attraverso la community online Waste-central si incoraggiano i fans a mandare feedback e ulteriori informazioni di trasporto locale. Coloro che hanno comprato un biglietto saranno invitati dopo il tour a sottoporre informazioni sui modi in cui hanno viaggiato per raggiungere il concerto per permettere ulteriori studi e approfondimenti".

In ultimo, gli stessi Radiohead hanno quasi del tutto eliminato gli spostamenti in aereo privilegiando treno, bus o addirittura nave (dove possibile, come in Italia) ed hanno ridotto al minimo la quantità di materiale tecnico che viaggia con loro. Hanno scelto impianti luce ed audio a basso consumo di energia ed hanno eliminato dal proprio catering piatti e bicchieri di plastica per eliminare i rifiuti prodotti privilegiando vetro e ceramica che, una volta usati, vengono lavati e riutilizzati e adottano la raccolta differenziata. Inoltre hanno fatto appello ai propri fans (tramite e-mail da cui sono tratte queste informazioni) di recarsi ai concerti con i mezzi pubblici oppure a condividere tra più persone la stessa automobile.
Significativo che le uniche date italiane siano a Milano, città che ha recentemente vinto la candidatura ad ospitare l'Expo 2015 che avrà come tema l'alimentazione e la sostenibilità ambientale.

Fanatismo o lungimiranza? Personalmente credo nella seconda ipotesi.
Buon concerto ai fortunati, domani sarò tra questi.

Ti è piaciuto l'articolo?

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

15 commenti:

Cris ha detto...

ciao tommi:scusami!ma tempo fa ,quando ho cambiato templete,mi si erano cancellato anche gli amici blogger!!!!!!!!!avevo chiesto scusa a tutti se non avevo inserito di nuovo tutti!!!!!!ti chiedo scusa tommi!!!!!provvedo subito.grazie per avermelo segnalato.ciao.

tommi ha detto...

OT: Vi sembra normale che il mio blog, di media sulla 70/80ina di visite al giorno, tra ieri ed oggi abbia totalizzato un migliaio di visite perchè i maturandi stanno disperatamente cercando un "tema (già) svolto" per la prima prova (saggio breve) di domani?
In particolare l'affluenza al mio blog è dovuta alla QUESTIONE TIBETANA.
Cliccare sul contatore per credere...
tommi

Alzata con pugno ha detto...

sono troppo avanti!!!

Demian ha detto...

E anche se fosse fanatismo? Almeno loro fanno qualcosa!
Chissà che qualcuno non li ascolti..
;)
A presto.
D

Peppe ha detto...

concordo con demian, speriamo che ci siano sempre più ecofanatici nel mondo, magari così tra fatti copertina e quelli realmente utili si riesce veramente a fare qualcosa.

Ciao Tommi!!!

marica ha detto...

beato te...

suburbia ha detto...

Nessun fanatismo solo rispetto per l'ambiente.
Sono in vista e ne approfittano, scondo me propongono un buon modello.
I maturandi (sospiro) fortuna che ci sono gia passata :-)
ciao ciao

Franca ha detto...

Raro esempio di coerenza...

anna ha detto...

Magari solo passione per ciò in cui si crede... :)

stella ha detto...

Rispetto per l'ambiente!
Ciao tommi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ho sentito che sono stati fantastici!!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Quanto al loro comportamento, concordo con Franca ed Anna.Coerenza e convinzione in quello in cui credono e che vogliono portare avanti.

Andrew ha detto...

rispetto per l'ambiente!
bel concerto allora?

tommi ha detto...

Il concerto è stato molto bello ed emozionante.
In effetti le luci erano di una luminosità diversa, forse leggermente più pallida, ma davano un effetto straordinario allo show (specie per la loro disposizione - vedere video su youtube per credere).
Inoltre il concerto è iniziato alle 20.45 precise ed è finito intorno alle 23 per permettere a coloro che hanno seguito il consiglio della band di venire coi mezzi pubblici, di poter anche ritornare a casa in tutta comodità e tranquillità con gli stessi.
Insomma, niente lasciato al caso e niente di azzardato.
Non mi soffermo sulle canzoni: chi ama i Radiohead non ha bisogno di presentazioni.

alfa ha detto...

Mi piacciono molto e li stimo... sono troppo avanti.
Purtroppo, però, non ho potuto vederli in concerti... argh.
Spero bene per la prossima volta in cui torneranno...