martedì 4 novembre 2008

America 2008: seggi aperti negli Stati in bilico.



Seggi già aperti negli Stati della Eastern coast e in 6 degli 8 Stati che potrebbero decidere queste elezioni americane.
Gli Stati in bilico (swing states, toss up states) sono: Florida, Georgia, North Carolina, Ohio, Indiana, Missouri, North Dakota e Montana. Nei primi 6 Stati i seggi chiuderanno tra l'1 e le 2 di questa notte (19 e 20 ora locale). I risultati di questi renderanno chiaro se sarà una lunga notte o se sarà già scontato chi sarà ufficialmente il 44° Presidente degli Stati Uniti d'America.

Vota questa e le altre notizie in questa pagina

5 commenti:

Franca ha detto...

Come sai, questa "corsa" non mi appassiona molto...

Luca ha detto...

Ci siamo Tommi.
Speriamo bene, anzi, speriamo che cambi veramente qualcosa.

P.s.Interessante questo nuovo "layout" con questi nuovi colori.
Un caro saluto,
Luca

pabi71 ha detto...

sapevo che questo tema ti era molto caro, finalmente ci siamo, è stata lunga.
Il sondaggio di pollster.com oggi sta dando Obama al 52%, è risalito, negli ultimi giorni era arrivato fino al 49 e spicci.
forza obama, ormai ci siamo, domani devo fare la mattina, mi sveglio alle 5 e mentre mi vesto do' una sbirciatina alla situazione.
un saluto e buon proseguimento.

tommi ha detto...

Io domani ho un esame ma tenterò di fare uno sforzo, alla fine è un'evento che cambierà la storia. ed io voglio esserci! spero anche voi :)
tommi

fabio766 ha detto...

Sarà una lunga notte. Per gli americani che sperano di risollevarsi dalla crisi in cui sono caduti e da cui forse si ritenevano immuni, per l'Europa che vede il suo partner principale e, se vogliamo, la sua guida cadere sotto i colpi delle bolle finanziarie, per l'oriente, che guarda dall'altra parte del mondo in attesa di capire se il nuovo presidente sarà in grado di raddrizzare una situazione catastrofica sotto l'aspetto della politica internazionale e rimettere in piedi i rapporti e il clima disteso che sussistevano prima dell'avvento di sciagura-bush