martedì 27 gennaio 2009

Morales non è Chávez: approvato il referendum costituzionale.

Il Presidente boliviano Evo Morales ha proclamato l'inizio della rifondazione della Bolivia successivamente all'approvazione, con il 60% di voti favorevoli, del referendum costituzionale tenutosi domenica 25 gennaio 2009. Morales ha proclamato "la fine dell'età coloniale" e degli enormi sfruttamenti agricoli da parte dei grandi proprietari terrieri "grazie alla coscienza del popolo boliviano".
La nuova costituzione - promossa dal primo Presidente indio della storia del Paese - concede autonomia ai popoli indigeni e aumenta il potere e le prerogative statali in tema di risorse naturali. Infatti, i programmi di aiuto ai disagiati ed agli anziani presenti sugli altopiani andini (dove si raggiungono i livelli di povertà più alti di tutta l'America Latina) vengono finanziati proprio con l'aumento delle royalties sul gas. La nuova Carta, inoltre, rafforza il controllo del governo sull'economia dopo l'affermazione del monopolio statale sulle risorse energetiche e sull'acqua.

Nonostante la vittoria, il Paese si ritrova ancora diviso in due poiché nelle regioni autonomiste più ricche - Santa Cruz (Est), Tarija e Chuquisaca (Sud), Pando e Beni (Nord) - dove vivono i latifondisti di destra e i boliviani di origini europee, ha vinto ampiamente il fronte del no.
Il voto, comunque, si è svolto senza irregolarità o disordini ed il clima appare decisamente più tranquillo rispetto ai mesi scorsi.

5 commenti:

Blogger ha detto...

Ti confesso, non conoscevo la notizia.
Ti ringrazio, mi informerò sicuramente, approfondirò, grazie per l'input.
Blogger

Il Blog | Attualità | Psicologia ha detto...

La situazione in Sudamerica è sempre in cambiamento e molto complessa e interessante...

Ciao
Il Blog | Attualità | Psicologia

Franca ha detto...

E' davvero una bella notizia.
In Sudamerica si vive un buon buon momento...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Spero che ci possa essere più giustizia ed equità sociale.

Ale ha detto...

beh..trovo positivo il clima che c'è..speriamo possa durare ;)
a presto tommi