domenica 8 marzo 2009

Ambientiamoci sulla questione nucleare.

Nel post No Nuke - Lester Brown del "Blog di Beppe Grillo" sul nucleare ho inserito questo commento:
In tutte le cose vi sono posizioni a favore e posizioni contro, ma quello che più mi disorienta della questione nucleare è la mancanza di univocità nelle informazioni.
Di solito ci si spacca davanti a dati che, bene o male, sono certi. Nel nucleare [invece] trovi tutto e il suo contrario: costi altissimi o costi impareggiabili in confronto alle altre energie, sicurezza elevatissima o sicurezza blanda.
Gli unici dati che, a quanto ho capito, sono certi sono le emissioni inesistenti di CO2 e il problema delle scorie. Ma anche in questo caso, qual è il bilancio? Meglio risolvere il problema del riscaldamento globale o meglio evitare di riempirci di scorie?
Insomma, nessuna certezza significa nessuna verità ed io non so come rapportarmi a questo tema che reputo essere di vitale importanza.

Così, per avere qualche certezza in più e qualche dubbio in meno, lo spazio mensile della rubrica Ambientiamoci sarà dedicato proprio alla questione dell'energia nucleare, ma non dal punto di vista italiano (anomalo quanto complicato) bensì globale.

Il 16 marzo verrà pubblicato un articolo dal titolo "Verità e bugie sul nucleare" di Giorgio Restori che tenterà di mettere ordine e affrontare in maniera obiettiva tutti gli interrogativi da me sottopostogli.
Il 23 marzo, invece, verrà inserita una data speciale riservata all'ormai famossisima poetica del blogger Daniele Verzetti che tenterà di esprimere i suoi sentimenti sull'argomento.

Per l'occasione è previsto anche il lancio di un sondaggio per far sì che tutti possano esprimere la propria opinione.

Per coloro che non conoscono la rubrica e vogliono ricevere informazioni, scrivete all'indirizzo tommids@bloginternazionale.com e visitate il post Nasce una nuova rubrica: Ambientiamoci!

2 commenti:

ale1980italy ha detto...

"Meglio risolvere il problema del riscaldamento globale o meglio evitare di riempirci di scorie?"

Forse la domanda dovrebbe essere: CONVIENE RIDURRE di un pò le emissioni di CO2 riempiendoci di scorie?

La lavorazione dell'uranio provaca emissioni di CO2, sbaglio?
Inoltre, gli enormi costi delle centrali nucleari potrebbero essere investiti nelle energie pulite...

Giorgio Restori ha detto...

La lavorazione del combustibile grezzo nucleare non comporta emissioni di co2, perchè viene realizzata sempre tramite l'energia di reattori nucleari. inoltre i costi elevati delle centrali nucleari sono direttamente proporzionali all'energia prodotta. per produrre tutta l'energia che produci con una centrale nucleare con le rinnovabili, spenderesti da 5 a 10 volte tanto. per questo il kwh nucleare costa molto meno di quello rinnovabile.