sabato 21 marzo 2009

Metti il Vaticano in Africa.

Durante la prima tappa del suo viaggio in Africa, a Yaounde in Camerun, Benedetto XVI ha attaccato l'uso del preservativo definendolo pericoloso nella lotta all'aids.
Secondo il pontefice, l'astinenza resta l'arma migliore. L'Angola, prossima tappa del viaggio di Ratzinger, è uno dei pochi paesi in cui l'aids, grazie alla costante promozione dell'uso del profilattico, non è diventato un problema di massa. "L'ultima cosa di cui gli africani hanno bisogno è che la religione gli chieda di non fare uno dei pochi gesti in grado di salvargli la vita", commenta Ela
Soyemi del Guardian (The wrong message on condoms).

(dalla newsletter di Internazionale: Prima Pagina del 18/3)


Sembra una barzelletta del tipo Qual è il colmo per un Papa che va in Africa? Ma purtroppo è la cruda realtà. Più passa il tempo più mi convinco che il Vaticano abbia subito la sorte inversa dell'America: Giovanni Paolo II stava a Barack Obama come Benedetto XVI sta a George W. Bush.

5 commenti:

rodocrosite ha detto...

Anche stavolta ha perso un'ottima occasione per stare zitto.

Andrew ha detto...

il Papa ha detto l'essesima sciocchezza
buona domenica tommi

Bene ha detto...

Non ho parole. Sembra che questo Papa viva in un altro mondo. Oppure, ci prova gusto, non lo so.

zimmerman85 ha detto...

mi dispiace ma ciò che hai riportato su questo post,come hanno fatto molte tv,è falso.lungi da me difendere il papa verso la cui persona non simpatizzo...ma stavolta i media hanno davvero esagerato...e se ti fossi informato meglio l avresti letto da te che le parola del papa non sono state quelle.
ha invece detto che il preservativo non è abbastanza per risolvere il problema dell'Aids (da quando in Africa si mandano ogni anno milioni di preservativi, si è passati dal milione di malati di Aids di vent'anni fa agli attuali venti milioni; il preservativo, come dicono studi scientifici non cattolici, ha un 10% di possibilità accertata di non servire al suo scopo).ha poi aggiunto che bisognerebbe concentrarsi su un educazione sessuale diversa da quella attuale e spendere più soldi per le cure mediche.gli impegni presi nel G8 del 2001 nn sono stati rispettati dai paesi europei che continuano a mandare preservativi su preservativi e niente soldi...chiedere a quelle merde di francesi.senza poi entrare nel merito della farabuttaggine delle ricchissime(si anche adesso nella crisi) aziende produttrici di profilattici che mandano grandi quantità degli stessi difettati o scadenti in africa...no comment.

tommi ha detto...

@zimmerman85
ho cercato un video del discorso tenuto dal papa in camerun ma non riesco a trovarlo. se per caso lo trovi linkalo pure qui così lo commentiamo insieme.
benvenga la trasparenza!