martedì 24 marzo 2009

WWF - 28 marzo 2009, l'ora della Terra.



Presentazione tratta dal sito italiano dell'Earth Hour

Il 31 marzo 2007 Sidney si spegne per un’ora, coinvolgendo 2,2 milioni di cittadini, uniti nel semplice gesto del click dell’interruttore. Nel 2008 il gesto fa il giro del mondo e a rimanere al buio sono 370 città con 50 milioni di click che fanno di Earth Hour un movimento globale per la sostenibilità. Simbolicamente si spengono il Golden Gate Bridge di San Francisco, il Colosseo a Roma, Times Square a New York, il teatro dell’opera a Sidney e centinaia di altre icone. Si organizzano cene a lume di candela, cortei di fiaccole alle Fiji. Va al ‘buio’ la pagina di Google, si abbassano le luci negli studi televisivi dei tg in Australia. La Rete registra con video e foto da tutto il mondo un fenomeno planetario, sostengono l’evento il premio Oscar Cate Blanchett e l’oro olimpico Cathy Freeman.

Quest’anno il WWF con Earth Hour mira ancora più alto e l’obiettivo è mille città e un miliardo di persone da coinvolgere il 28 marzo dalle 20:30 alle 21:30. Ad oggi, oltre 64 paesi in tutto il mondo hanno aderitoe il numero cresce ogni giorno di più, come il numero delle persone che con una semplice azione intendono dire ai leader del Pianeta che è giunto il momento di agire contro i cambiamenti climatici.

In Italia, il WWF si è posto un grande obiettivo. Fare di più dello scorso anno, dare un segnale ancora più forte: perché quest’anno il nostro Paese ospita il G8 e il clima sarà un tema costante nell’agenda internazionale, fino alla Conferenza di Copenaghen prevista per dicembre

Dopo M'illumino di meno, ecco un'altra iniziativa da cogliere al volo. Parafrasando uno slogan famoso mi vien da chiedere "allora, la spegniamo?"

4 commenti:

Il Blog | Attualità | Psicologia ha detto...

Si sente e si vede che l'interesse per queste cose aumenta, c'è maggiore sensibilità, però spero che tutto questo possa tradursi in un rispetto concreto.. vedo ancora gente che considera la terra, il mondo in cui vive come se non gli appartenesse, e invece la terra e la natura siamo noi stessi...

Ciao
Il Blog | Attualità | Psicologia

Andrew ha detto...

Tommi ti ho inviato una mail ;-)

suburbia ha detto...

"Allora la spegniamo" e' uno slogan davvero splendido.
Riparto un po' sottotono ma scrivero' giusto la notizia anche io. Ora leggo un po' di arretrati. Ciao

tommi ha detto...

sottotono o no. l'importante è che tu sia tornata!