martedì 1 febbraio 2011

Hosni Mubarak non si ricandiderà più.


Il presidente dell'Egitto Hosni Mubarak ha annunciato che non si ricandiderà alle elezioni previste per il prossimo autunno in un messaggio televisivo indirizzato alla Nazione. Nel discorso, Mubarak ha anche precisato che verrà assicurato una transizione pacifica e che lascerà il potere alla persona che verrà scelta direttamente dal popolo: "Ho sempre lavorato per questo Paese e continuerò la mia vita, fino alla morte, su questa terra".

In questo modo, Mubarak sembra aver accolto l'invito del presidente americano Barack Obama reso noto dal New York Times citando fonti diplomatiche americane presenti al Cairo. Non è chiaro, però, se l'amministrazione americana abbia anche già scelto un candidato da sostenere. Secondo molti analisti, l'opposizione potrebbe unirsi intorno al nome di Mohamed el-Baradei, diplomatico egiziano e già direttore dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea).

3 commenti:

carlo ha detto...

Buonasera. Scusate ma vorrei fare una precisazione sulla notizia, perchè non sopporto più le incoerenze, le notizie errate e manipolate per non dire totalmente distorte di queste ore sulla "questione egiziana". Non parlo di voi, ma dei media e della stampa internazionale. Mubarack aveva già deciso da tempo di ritirarsi alle prossime elezioni del 2011. Non è stato di certo il "consiglio" di Obama.

treb ha detto...

lettera aperta di speranza all’Egitto
http://coriintempesta.altervista.org/blog/caro-egitto/

tommi ha detto...

Grazie carlo per la precisazione. Diciamo che più che una distorsione voluta, è stata dettata dalla successione temporale degli eventi. In ogni caso se vuoi linka pure la notizia a cui fai riferimento.

Grazie treb per lo spunto di riflessione!

tommi