mercoledì 2 febbraio 2011

Il 2011 è l'Anno internazionale delle foreste.

Il 2 febbraio, a conclusione del Forum sulle foreste delle Nazioni Unite (UNFF) tenutosi a New York, è stato ufficialmente lanciato l'Anno internazionale delle foreste il cui slogan principale è "Forest for People".

A presiedere la cerimonia il presidente dell'Assemblea Generale, lo svizzero Joseph Deiss, insieme al vicedirettore generale della FAO, Eduardo Rojas-Briales, e al premio Nobel per la Pace Wangari Maathai. “Il fatto che questo tema segua l’anno dedicato alla biodiversità è un segnale forte” ha sottolineato Deiss. “Un riconoscimento globale del ruolo che gli alberi giocano sulla salute dei sette miliardi di persone che popolano il pianeta. Lo sviluppo purtroppo ha un effetto boomerang, è nostro compito trovare un compromesso tra la salvaguardia delle foreste e il progresso” ha aggiunto Rojas-Briales.



Secondo l’Unione mondiale per la conservazione della natura (IUCN), il valore economico delle aree verdi presenti sulla Terra - che ricoprono circa il 31% della superficie totale - è stimato essere pari a 130 miliardi di dollari l’anno, più o meno quanto il valore delle riserve auree di Francia e Svizzera messe insieme.

Il video della conferenza stampa della presentazione dell'Anno internazionale delle foreste lo potete trovare qui.

4 commenti:

ericablogger ha detto...

caro Tommy questa è una bella notizia
Io amo gli alberi e proteggerli è molto importante
un caro saluto erica

tommi ha detto...

Si è una notizia bellissima! Speriamo che quest'anno possa portare dei cambiamenti reali... Anche se le notizie di questi giorni sull'Amazzonia non sono confortanti.

tommi

Muarif ha detto...

Complimenti per le belle notizie e per il tagli del blog

tommi ha detto...

Grazie Muarif! I complimenti sono le uniche vere "entrate" di questo progetto!