lunedì 20 giugno 2011

Il Canada dice no a Kyoto 2


Il Canada ha confermato di essere contrario a un’estensione (dopo il 2012) del Protocollo di Kyoto. Il governo di Ottawa, infatti, vorrebbe un nuovo accordo che vincolasse anche le economie emergenti più inquinanti.

Il protocollo di Kyoto, attualmente in vigore ma in scadenza nel 2012, vincola solo i paesi industrializzati a ridurre le proprie emissioni di gas serra rispetto ai livelli registrati nel 1990. Per questo motivo il Canada, insieme a Russia e Giappone, ha ribadito che non accetterà un suo prolungamento. Al contrario sarebbe favorevole a un accordo ex novo che obblighi anche Cina, India e Brasile a ridurre le emissioni di CO2. Senza dimenticare gli Stati Uniti, unico paese industrializzato a non aver ratificato il Protocollo.

Intanto Christiana Figueres, Segretario esecutivo dell'Unfccc, ha cancellato ogni speranza alla possibilità di avere un successore del Protocollo di Kyoto in tempo per evitare un vuoto normativo al momento della scadenza. Anche se tutti i paesi trovassero un accordo, non c'è il tempo necessario per far sì che questo venga ratificato dai vari parlamenti nazionali.

Nessun commento: