giovedì 3 maggio 2012

Moi, président de la République

Dibattito entusiasmante quello che si è svolto mercoledì sera tra i due candidati all'Eliseo, François Hollande e Nicolas Sarkozy. Ci sono stati diversi momenti interessanti, dall'immigrazione alla politica estera, passando per il nucleare.

Il passaggio che vi ripropongo è del socialista Hollande che, rispondendo alla domanda dei due giornalisti su quale stile adotterebbe nel caso in cui diventasse presidente, ha iniziato a elencare tutti gli errori che, secondo lui, ha commesso Sarkozy negli ultimi cinque anni. E lo ha fatto iniziando la frase ogni volta con l'espressione Moi président de la République. Se io fossi presidente della Repubblica. Un'espressione ripetuta per ben 16 volte.



Un gioco rischioso, ma come fatto notare da Stefano Montefiori, corrispondente da Parigi del Corriere della Sera, un tormentone che potrebbe passare alla storia nel caso in cui Hollande vincesse le elezioni. A tal proposito, volevo segnalarvi proprio in questi giorni in cui tutti i riflettori sono puntati sulla Francia, due persone da seguire su Twitter per tenervi aggiornati. Il primo è proprio Stefano Montefiori, l'altro è Paride Broggi, anche lui residente in Francia e collaboratore de Linkiesta e della versione francese dell'Huffington Post. Entrambi hanno coperto il dibattito presidenziale con un livetweeting autorevole e per nulla stancante. Potete ritrovare tutti i tweet di Montefiori anche in questa pagina di Corriere.it.

1 commento:

Vigolo ha detto...

Ormai sei pronto per Le Monde diplomatique!