mercoledì 11 gennaio 2017

Mi hai reso un giornalista migliore

Barack Obama, 5 gennaio 2017 © Official White House Photo by Pete Souza

Uno dei miei primi post su questo blog che aprii nel 2007 era dedicato alla figura, all'epoca poco nota, di Barack Obama. Avevo poco più di 20 anni.

Da quel giorno ho avuto la fortuna e la costanza di seguire la sua ascesa politica. Mai mi era capitato di trovarmi di fronte a un uomo che non sbaglia un colpo dal punto di vista della comunicazione. Mai uno scivolone nei confronti di amici o nemici, concittadini o stranieri, religioni o culture. Nessuno scheletro nell'armadio.

A prescindere dai risultati ottenuti, su cui si può discutere, penso che lo stile e la formazione di Obama debbano essere presi a modello, a esempio da ogni giovane appassionato di politica. Un'eccezione che dovrebbe essere la regola in un mondo che ha dimenticato il vero significato della parola politica. Per questo sono felice di aver avuto la possibilità di scrivere anche del suo ultimo discorso con la stessa ammirazione con cui scrissi del primo.

1 commento:

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Io sono felice di ritrovartii in pista qui sulla piattaforma di blogger proprio come me :-)). Importante e onesta figura quella di Obama.